Prosperità senza Crescita

Aggiorno questo post perché da pochi giorni ci sono i sottotitoli in Italiano (cliccate su View subtitles, sotto al video, per attivarli), buona visione!

 



Ogni tanto un video non fà male, potete anche andare sul sito e attivare la trascrizione automatica (a destra del video qui sulla pagina di Ted.com) e se mentre siete lì ve li copia incollate potete rileggere con calma :-)

Due estratti:

“…Questa è una storia strana, abbastanza perversa, per metterla il termini molto semplici. E’ una storia su di noi, la gente, che veniamo persuasi a spendere denaro che non abbiamo, per cose di cui non abbiamo bisogno, per creare impressioni che non dureranno su gente di cui non ci interessa niente.

(Risate)…”

“…Com’è che non facciamo le cose totalmente ovvie che dovremmo fare per combattere il cambiamento climatico, cose molto, molto semplici come comprare elettrodomestici energeticamente efficienti, mettere luci efficienti, ogni tanto spegnerle coibentare le nostre case? Queste cose fanno risparmiare carbonio, fanno risparmiare energia, ci fanno risparmiare soldi. Allora com’è che, anche se sono economicamente sensate, non le facciamo? Ho avuto il mio personale approfondimento in proposito alcuni anni fa. Era una domenica sera, domenica pomeriggio, ed era subito dopo — in realtà, a essere onesti, troppo tempo dopo — che avevamo traslocato in una nuova casa. Mi ero messo finalmente a chiudere un po’ di fessure, mettendo degli isolamenti intorno alle finestre e alle porte per chiudere gli spifferi (- the draft – in inglese). E mia figlia, che aveva allora cinque anni, mi stava aiutando, al modo dei bimbi di 5 anni. Stavamo facendo questi lavori da un po’, quando lei si è rivolta a me molto solennemente e ha detto: “Davvero questo terrà fuori le giraffe?(- the giraffes – che suona simile a – the draft –)” (Risate) “Eccole, le giraffe”. Potete sentire il rumore della testolina di cinque anni al lavoro. Le giraffe, è interessante, stanno 400 miglia più a nord fuori Barrow-in-Furness in Cumbria. Dio solo sa come se cavano con il tempo che c’è nella Regione dei Laghi. Ma in realtà quell’infantile fraintendimento mi è rimasto impresso, perché all’improvviso mi è diventato chiaro perché non facciamo le cose assolutamente ovvie. Siamo troppo impegnati a tener fuori le giraffe — a mettere i bambini sull’autobus la mattina, a cercare di arrivare in orario al lavoro, a sopravvivere al sovraccarico di email e alla politica da osteria, a cercare negozi di alimentari, arrangiare alla meglio pasti, a fuggire per quelle preziose due ore serali da spendere alla TV di prima serata o TED online, passando da un giorno all’altro, a tenere fuori le giraffe…”

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...