Venerdì 19: Il suolo minacciato – com’è andata

Venerdì 19 Agosto ci siamo visti “Il Suolo Minacciato” 40′ di Nicola Dall’Olio; il suolo non sta messo molto bene ed i motivi sono tanti: sfruttamento per uso edilizio, “capannonizzazione” ad uso industriale, ma la cosa che colpisce di più è che, pare, questo non stia più seguendo i nostri reali bisogni: molte di queste nuove costruzioni rimangono sfitte, inutilizzate. Eppure il suolo, quello buono, come ci dice un agricoltore: “non invecchia mai, ogni anno tu semina che avrai un raccolto”. Luca Mercalli ci racconta come il suolo coltivato, o semplicemente lasciato a verde, serva anche a fissare CO2, serva a ri-elaborare molti dei nostri scarti e a renderli ri-utilizzabili dalle piante in forma di elementi semplici. Il suolo ci rende molti servizi e ne avremo molto bisogno quando saremo costretti a ri-localizzare buona parte delle nostre produzioni (per l’innalzamento del costo del petrolio e di conseguenza dei trasporti, delle lavorazioni) e per ri-adottare tecniche di coltivazione meno dipendenti dai combustibili fossili (metano e petrolio da cui ricaviamo gran parte di fertilizzanti e pesticidi). C’è già chi si sta muovendo verso un uso “zero” della risorsa suolo anticipando quelle scelte che saremo costretti a fare nel prossimo futuro; alcuni esempi: il Comune di Cassineta vicino a Milano, la Francia dove stanno pensando di “perennizzare lo spazio agricolo”, la Germania che ha ridotto drasticamente l’uso di suolo dopo aver scoperto a quale ritmo (130 ettari al giorno) lo stava usando.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...